Terapia Emicrania


L’emicrania é un dolore lacerante che impedisce a svolgere una vita normale.

Il fumo e l’alcool sono da evitare per gli emicranici.

Emicrania

L’emicrania cronica è ritenuta dall’OMS la sesta causa di disabilità nel mondo, e si definisce cronica quando colpisce almeno 15 giorni al mese per 3 mesi.
Di emicrania soffre il 12 % della popolazione italiana.
Vi sono vari tipi di emicrania ed è quindi fondamentale fare chiarezza perché una buona comprensione delle cause e delle manifestazione aiuta a trovare un buon sistema di cura e trattamento sintomatico.

Emicrania Basilare

L’emicrania basilare è una condizione che colpisce soprattutto adolescenti e giovani donne.
In termini semplici, è una sorta di mal di testa i cui sintomi associati sono: vertigini, nausea, tinnito, diplopia, atassia e sincope.
In realtà, non è mai mite come un mal di testa solito, e durante questi attacchi, i pazienti hanno una sensazione di pulsazione nella parte posteriore della testa, che può diffondersi ad entrambi i lati della testa. Vediamo i sintomi di questa condizione in dettaglio.
L’emicrania di tipo basilare è di solito accompagnata da strani sintomi. Questi includono visione doppia, vertigini e movimenti oculari a scatti. A volte, il paziente ha difficoltà a sentire e ci può anche essere cattiva articolazione della parola. In casi estremi, questa emicrania può essere così grave che può persino causare la cecità temporanea.
Ci sono anche altri sintomi che sono associati a gravi casi di emicrania basilare. Il paziente può avvertire una sensazione di puntura su tutto il corpo, e potrebbe avere qualche difficoltà a pensare con chiarezza. Ci possono essere anche una certa sensibilità verso la luce e il suono.

L’origine

Da quando si credette avere origine dall’arteria basilare, si guadagnò il nome di emicrania dell’arteria basilare. Contrazione ed espansione dei vasi sanguigni erano ritenuti la causa principale di queste emicranie. Tuttavia, la ricerca moderna dimostra che non vi è prova che l’emicrania basilare deriva dalla arteria basilare. Infatti, le sostanze chimiche che ricevono ed inviano messaggi al cervello sono i principali colpevoli (neuromediatori).

I trattamenti disponibili

L’emicrania basilare non ha diversi trattamenti dalle altre emicranie. Si inizia dalla consultazione di un medico professionista, che prescriverà farmaci sulla base di una serie di fattori, come l’età del paziente, la gravità della condizione, ecc . I farmaci prescritti potranno includere i beta-bloccanti, anti epilettici, anti depressivi, acetaminofene, e i bloccanti dei canali del calcio, per citarne alcuni.
I pazienti possono anche provare a rilassarsi e sdraiarsi in una stanza buia con un panno umido sopra la testa.Questo è un rimedio a casa che può dare qualche sollievo dal dolore lancinante. Questo tipo di emicrania può essere aggravata dal tipo di cibo che mangiate, in modo da prestare particolare attenzione alla vostra dieta. Evitare di avere troppo alcool, formaggi e nitrati.

Aura ed emicrania con Aura

Che cosa è aura emicranica? L ‘aura è abbastanza comunemente vista in oltre il 30% delle persone che soffrono di emicrania. Questi sono disturbi visivi, come lampi di luce, che possono essere visti prima del mal di testa e dei dolori dei pazienti.
Poiché la aure sono visibili fino a un’ora prima dell’inizio dell’ emicrania, possono servire come un segnale di avvertimento ai pazienti, che saprà così immediatamente assumere farmaci e risparmiarsi la tortura di vivere una emicrania.

Quello che si vede in aura Emicrania

L’aura che appare a destra prima di un emicrania non è limitato a un unico modulo. Si può assumere qualsiasi numero di forme, come ad esempio linee ondulate in movimento a zig-zag o lampeggianti colori e luci. A volte ci sono punti ciechi e altre volte la perdita parziale della vista. In alcuni casi, il paziente potrà percepire la forma e le dimensioni degli oggetti in una maniera distorta.
Ci possono essere anche altri cambiamenti fisici che possono verificarsi con l’aura. Il volto può improvvisamente intorpidirsi, e si possono avere problemi a parlare in modo coerente. In altre parole, i discorsi possono essere macchiati. Si possono anche sperimentare una sensazione di squilibrio, come se si fosse sul punto di cadere. In altre occasioni, vi è una sensazione di muoversi lentamente verso il basso con il braccio che può essere associato a formicolio.

Aure: Sono pericolose?

L’Aura può essere disturbante, ma non è pericolosa. Gli scienziati hanno studiato le immagini prodotte dai pazienti che hanno sperimentato le aure e hanno raggiunto una conclusione che queste aure non sono altro che un fenomeno elettrico che si irradia dai nervi del cervello. Non tutti i pazienti con esperienza emicranica hanno le cellule nervose sensibili.

Aure e rischio di ictus

I sintomi di aura emicranica è molto simile a quelli di attacco ischemico transitorio (TIA), o un ictus mini. Il TIA accade a causa dei vasi sanguigni temporaneamente bloccati. Solitamente non vi sono danni permanenti associati a TIA.
Quindi, come si fa a dire la differenza tra un aura emicrania e un TIA ? Capire questa differenza è importante in quanto le persone possono farsi prendere dal panico inutilmente quando potrebbe non esserci alcuna ragione per farlo. Se è una aura associata con l’emicrania, la sensazione si muoverà progressivamente lungo il braccio. In caso di sintomi di un ictus, la sensazione sarà diffusa in tutto il braccio in una sola volta.

I dati relativi Aura e Strokes

La ricerca che è stata condotta nel corso dell’ultimo decennio o due ha dimostrato che ci può essere qualche legame tra ictus e aura emicranica. Secondo uno studio condotto presso l’Università del Maryland, sei su dieci donne che hanno avuto un ictus avevano una storia di emicrania con aura visiva. Le donne che fumavano e uso di contraccettivi orali sembra mostrare una connessione tra ictus e aura emicranica. Uno studio della Harvard Medical School condotto su 27.000 donne ha dichiarato che le donne che hanno sperimentato le aure con emicrania sono stati più sensibili ai colpi in futuro.

Connessione tra Aura e corsa

Mentre la ricerca è ancora stata in grado di fornire prove conclusive sulla connessione tra le aure e ictus, vi è una certa speculazione che si fa influenzare l’altra. C’è una teoria che afferma che quando i pazienti avvertono un aura, il flusso del sangue rallenta e conduce alla coagulazione. Questo può portare al blocco dei vasi sanguigni, causando un colpo apoplettico.
Finora, i casi di un colpo durante l’aura vera e propria sono estremamente rari. Tuttavia, mentre un paziente avverte un aura, i vasi sanguigni si infiammano. Dopo l’aura passa, tali navi restano nella stessa condizione, con conseguente indurimento e conseguente danneggiamento delle arterie.
Se si soffre solo piccoli incidenti di aura, che troppo a volte, non sono ad alto rischio per ictus. Tuttavia, coloro che hanno avuto gravi, lunghi attacchi di emicrania aura per molti anni sarà più incline a tratti.

Monitoraggio Emicrania Aure

Se avete una storia di aura visiva, i medici di monitorare molto da vicino la possibilità di un ictus. Alcuni saranno anche prescrivere una dose giornaliera di aspirina bambino che non è per la stessa emicrania, ma per te per stare alla larga il rischio di un ictus.

Emicrania emiplegica

Guadagna il suo nome da “emiplegia”, una condizione in cui una certa parte del corpo è temporaneamente paralizzata. Questo di per sé può dare qualche idea di quanto debilitante possa essere questo tipo di emicrania. A differenza di altri tipi di emicrania, il sintomo principale di questa condizione non è mal di testa. Ci sono altri sintomi che lo precedono. Per cominciare, il paziente noterà una debolezza inspiegabile su una specifica parte o lato del corpo, come viso, braccia o gambe. La debolezza si protrae per un paio d’ore, a volte anche per giorni, e può essere accompagnata anche da mal di testa. In aggiunta a questo, il paziente può inoltre verificare intorpidimento e una sensazione di spilli e aghi. In certi casi estremi, una parte del corpo può essere paralizzata. Il paziente può anche avere difficoltà a parlare. Tipi di emicrania emiplegica Questo particolare tipo di emicrania può apparire in due forme – emicrania emiplegica familiare (FHM) e emicrania emiplegica sporadica (SHM). FHM può essere ereditata dalla famiglia, ma non SHM. Se il paziente ha un attacco di FHM di solito durare da 4 a 72 ore. Mentre l’emicrania SHM finirà per sfociare in debolezza o una condizione chiamata emiparesi. Ciò che è comune sia tra i FHM e SHM è che di solito compaiono durante l’infanzia. Con l’età adulta, però, se ne vanno. Detto questo, di solito è molto difficile distinguere tra FHM e SHM in quanto i loro sintomi sono piuttosto simili. Alcuni di questi sintomi sono febbre, ictus, sensazione di vertigine, nausea e vomito, emiplegia, e l’incapacità di coordinare i muscoli. In alcuni casi, i pazienti possono presentare anche sintomi simili a meningite, meno frequente la febbre alta. Trattamento Il trattamento per l’emicrania emiplegica è una procedura in due fasi. Innanzitutto, è necessario curare la paralisi, e solo dopo si può pensare di curare la malattia con i farmaci. L’emicrania emiplegica porta con sé un sacco di dolore e disagio. Ci sono anche trattamenti preventivi che sono disponibili ioggi per una tale condizione. Verapamil e Flunarizine sono bloccanti dei canali del calcio che aiutano a prevenire l’insorgenza di emicrania emiplegica.

Ora si conosce abbastanza bene il meccanismo cellulare di innesco e progressione del dolore e quindi sono stati scoperti ed immessi in commercio da 20 anni nuovi farmaci specifici per questa patologia molto comune ma ancora mal curata.

 

 

Dott. Massimo Rossato presso Poliambulatorio ATIP

via Cornaro, 1 35128 Padova PD, Italia tel. 049.8070843 Mattino: dalle 9:00 alle 12:30 Pomeriggio: dalle 15:00 alle 19:00

Dott. Massimo Rossato presso Kinesis

Via S. Giuseppe, 38, 31015 Conegliano TV, Italia tel. 0438.250840-3472529274 Mattino: dalle 9:00 alle 12:30 Pomeriggio: dalle 15:00 alle 18:00

Dott. Massimo Rossato presso Poliambulatorio Sant'Andrea

Via Antonio Pizzocaro, 57, 36100 Vicenza VI, Italia tel. 0444. 1328929 Mattino: dalle 9:00 alle 12:00 Pomeriggio: dalle 15:00 alle 18:00

CONTATTAMI

POLIAMBULATORIO ATIP
Via Cornaro 1 - 35128 Padova
Tel. 049 8070843
solo su appuntamento 09:00-12:30 / 15:00-19.00

Dott. MASSIMO ROSSATO

SEGUIMI SU:

Laurea in Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Padova
Esame di Stato di abilitazione all'esercizio della professione di Medico Chirurgo alla Università degli Studi di Padova
Specialista In Anestesia e Rianimazione Indirizzo Terapia Antalgica
Medico Esperto in Medicina Iperbarica e delle Attività Subacquee
Medico Esperto Registro dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri in Agopuntura
Medico Esperto Registro dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri in Fitoterapia
Medico Esperto Registro dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri in Omotossicologia
Sede Legale: Via Torre 92 Padova - P.Iva 02645730280 - telefono 348 2301195 - E mail massimo.rossato@mac.com
Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri Treviso n. 3391 medici e n. 665 odontoiatri
Il sito web, e le informazioni contenute, é diramato nel rispetto del D.Lgs. n. 70 del 9 aprile 2003 e successive modifiche ed integrazioni